Hotel Botticelli Firenze
Boutique Hospitality in Florence

Firenze e Dintorni: Cosa Vedere in 2, 3, 4 e 5 Giorni

Firenze e dintorni offrono numerose opportunità di svago, scoperta e conoscenza al pubblico. Il territorio propone destinazioni diverse e sempre accattivanti, in grado di conquistare ogni genere di turista e di sorprendere persone di qualsiasi età.

Il merito va al ricco patrimonio artistico e culturale della città e non solo, con mete che consentono di tornare indietro nel tempo e conoscere la vita e i rituali che venivano praticati molti secoli fa.

Muovendoci all’interno della provincia riusciamo ad ammirare panorami mozzafiato e paesaggi da cartolina.

Spostandoci di borgo in borgo ci immergeremo nelle tradizioni di una volta, ancora vive e presenti in tante comunità.

Firenze e dintorni da visitare

Dopo aver esplorato l’area del Duomo ci spostiamo sempre nel centro storico fiorentino e nelle sue immediate vicinanze per visitare musei, palazzi e complessi ricchi di sorprese:

  • Piazza della Signoria: è una delle piazze più antiche e famose della città, a brevissima distanza dal Duomo. È il cuore pulsante del tessuto cittadino. Su di essa si affacciano Palazzo Vecchio, Loggia della Signoria, Tribunale della Mercanzia, Palazzo Uguccioni, Palazzo delle Assicurazioni Generali;
  • Palazzo Vecchio: è il simbolo del potere politico fiorentino e oggi sede del comune. Perfetto esempio di architettura civile del Trecento, al suo interno vanta sale che custodiscono capolavori di Michelangelo e Donatello. L’edificio è completato dalla Torre di Arnolfo, alta 94 metri e luogo d’osservazione dell’intera città;
    Ponte Vecchio: collega il centro storico con il lato Est di Firenze. È considerato uno dei ponti più belli del mondo. Un tempo ospitava botteghe di frutta e verdura e macellerie, oggi botteghe orafe. Su di esso passa il Corridoio Vasariano, che unisce Palazzo Vecchio e Palazzo Pitti;
  • Galleria degli Uffizi: è uno dei musei più visitati al mondo. Si trova all’interno di un edificio progettato da Vasari. Custodisce capolavori come l’Annunciazione di Leonardo da Vinci, la Venere di Urbino di Tiziano, la Nascita di Venere e la Primavera di Botticelli. Ma anche lavori di Michelangelo, Caravaggio, Giotto;
  • Museo Nazionale del Bargello: distribuito su tre livelli, è uno dei più importanti musei d’Italia dedicati all’arte medievale e rinascimentale. La Sala di Michelangelo e la Sala di Donatello sono tra gli ambienti più suggestivi;
  • Basilica di Santa Croce: nelle parte più ad Est del centro storico troviamo una delle più antiche e grandi basiliche francescane d’Italia. All’interno sono custodite una collezione di opere e la tomba di Michelangelo, il Cenotafio di Dante, il monumento a Vittorio Alfieri;
  • Giardino di Boboli: un parco nel cuore della città che al tempo stesso è un vero museo a cielo aperto. Al suo interno troviamo sculture, fontane, lecci, anfiteatro, viottolone, prato del cavaliere, kaffeehouse, grotta del Buontalenti;
  • Piazzale Michelangelo: è il punto d’osservazione d’antonomasia della città. Ospita le copie del David e delle quattro allegorie delle Cappelle Medicee di San Lorenzo.

Cosa vedere a Firenze e dintorni in 3 giorni

Molte location di grande interesse si trovano a pochi passi dalla città e sono raggiungibili in tempi estremamente brevi:

  • Fiesole: per i fiorentini e per i turisti di stanza a Firenze, Fiesole rappresenta il grande classico della gita fuori porta. È lontana solo due chilometri dal centro cittadino e nasce su una delle colline che circondano la culla del Rinascimento. A Fiesole ammiriamo numerose ville gentilizie, parchi privati, il Bosco di Fontelucente, Villa Peyron, il bosco terrazzato di Villa Medici;
  • Bagno a Ripoli: il borgo è all’interno della “cintura di Firenze” e dista solo 8 chilometri dal centro. Sorge in un territorio collinare con vigneti e uliveti. Qui possiamo ammirare edifici storici, abitazioni rurali, ville d’età rinascimentale. Tra le destinazioni imperdibili spiccano Villa Medicea di Lilliano, Antico Spedale del Bigallo, Gualchiere di Remole;
  • Scandicci: ad appena 10 chilometri dal centro di Firenze sorge questo borgo con il Castello dell’Acciaiolo, le chiese Santa Maria a Greve e San Bartolo in Tuto, Villa Passerini, Chiesa di San Giusto a Signano.
Duomo Firenze Santa Maria Fiore
Palazzo Vecchio Firenze
Ponte Vecchio Firenze
Chianti
Colline Toscana

Firenze e dintorni: cosa visitare

Tradizioni e storia offrono tanti spunti per attività da fare sul territorio, in grado di rilassare, divertire, scoprire:

Degustazioni di vino nel Chianti: pochi chilometri di distanza separano Firenze da una delle location a maggior tradizione vitivinicola del nostro paese. Il Chianti è il posto ideale dove degustare alcuni dei migliori vini realizzati in Italia, abbinati a deliziosi prodotti tipici;

Alla scoperta delle colline toscane: rilassiamoci con una gita fuori porta per conoscere uno dei simboli della toscanità, per ammirare paesaggi mozzafiato e scorci da cartolina, per trovare lo sfondo perfetto per una foto ricordo;

Visitare l’area archeologica di Fiesole: a pochi minuti dal centro di Firenze troviamo l’area archeologica più importante della regione. Un’occasione da non lasciarsi sfuggire e che permette di scoprire i resti etruschi e romani delimitati da mura ottimamente conservate. Qui osserviamo il tempio etrusco-romano, il teatro, le terme romane, le tracce della necropoli longobarda del VII secolo.

Cosa vedere a Firenze e dintorni in 4 giorni

Nelle immediate vicinanze della città troviamo piccoli borghi dal grande fascino raggiungibili in meno di un’ora d’auto:

Montelupo Fiorentino: il borgo di origine etrusca è protagonista con le ceramiche rinascimentali che oggi ritroviamo nei più importanti musei del mondo. Da visitare anche Villa Medicea dell’Ambrogiana;

Mugello: paesaggi mozzafiato, pianure, colline e montagne definiscono una delle location più belle della regione, con ville rinascimentali e borghi medievali. Tra questi spiccano Scarperia, Barberino di Mugello, Dicomano, Marradi, Palazzuolo sul Senio, Borgo San Lorenzo;

Montefioralle: situato tra le colline del Chianti fiorentino, conquista per l’aspetto retrò, la cinta muraria che lo circonda, il Castello di Montefioralle, la casa di Amerigo Vespucci e la chiesa di Santo Stefano;

Barberino Val d’Elsa: qui nasce il Chianti Classico DOCG Barberino. Da ammirare le due porte antiche, Porta Senese e Porta Fiorentina, Palazzo del Cardinale, Palazzo Pretorio, la Chiesa di San Bartolomeo;

Castello di Sammezzano: situato nella frazione di Leccio di Reggello e realizzato in stile moresco, stupisce con la sua architettura orientale, le mura e le torri di difesa.

Cosa vedere a Firenze e dintorni in 5 giorni

Nel corso della nostra vacanza a Firenze possiamo abbinare la visita della città con la scoperta di borghi più distanti ma assolutamente da conoscere:

Vinci: un bellissimo centro storico per il borgo in cui nacque il più grande genio della storia dell’umanità. Qui visitiamo il Museo Leonardiano, il Castello dei Conti Guidi, la Chiesa di Santa Croce;

San Miniato: di origine etrusco-romana, è celebre per i monumenti medievali e per il tartufo bianco. Ammiriamo la Rocca Federiciana, la Torre di San Miniato, il Convento di San Francesco, la Cattedrale di Santa Maria Assunta e San Genesio;

Certaldo: paese di nascita di Boccaccio, è diviso in una parte medievale e una più moderna. Tra le mete segnaliamo Palazzo Pretorio, la Chiesa dei Santi Jacopo e Filippo e il Parco della Canonica;

Collodi: piccolo borgo che deve la sua celebrità a “Le avventure di Pinocchio” di Carlo Lorenzini, meglio conosciuto come Collodi. Qui visitiamo il Parco di Pinocchio, la Casa delle Farfalle, la Pieve di San Bartolomeo, Villa Garzoni.

Firenze e dintorni: cosa fare

Vacanza significa anche esperienza, scoperta attraverso il divertimento e conoscenza mediante attività pratiche.

Vediamo cosa fare a Firenze e dintorni:

Salire sulla Cupola del Duomo: percorriamo ben 463 scalini per arrivare in cima e per compiere un tragitto che ci consente di ammirare gli straordinari affreschi di Giorgio Vasari da vicino. Infine giungiamo nei pressi della lanterna, proprio sulla vetta della cupola. Questo è uno dei punti migliori della città per ammirare l’intera Firenze dall’alto. Salita e discesa avvengono percorrendo stretti corridoi e ambienti che in un primo momento erano stati pensati per permettere agli operai di effettuare le attività di manutenzione;

Visita hop on hop off: un grande classico della visita turistica di ogni città è rappresentato dal percorrere gran parte del territorio su un autobus scoperto, a due piani, in perfetto stile inglese. Un modo perfetto per conoscere la città grazie all’audioguida e un vero must per gli appassionati di fotografia. In caso di sosta prolungata è possibile sempre prendere un altro bus per proseguire il tour;

Tour gastronomico: per scoprire l’autentico gusto di Firenze dobbiamo necessariamente partire dal Mercato Centrale, il più importante del posto, attivo fin dall’Ottocento. Qui possiamo acquistare prodotti di ogni genere, dai salumi ai formaggi, frutta, verdura, olio, vino, pane. Al secondo piano troviamo le botteghe degli artigiani che permettono di pranzare, cenare o fare uno spuntino con tantissime specialità locali. Ci muoviamo, poi, nei diversi quartieri di Firenze per apprezzare piatti tipici come bistecca alla fiorentina, schiacciata, ribollita, lampredotto, trippa, pappa al pomodoro, zuccotto, cantucci;

Salire sulla Torre Grossa di San Gimignano: il borgo medievale Patrimonio UNESCO è la location ideale per una gita fuori porta. Qui una delle cose da fare è salire sulla Torre Grossa, la torre più alta del paese, da qui possiamo ammirare il panorama delle colline toscane. Raggiungiamo la cima della torre salendo lungo 214 gradini e approdando a 54 metri d’altezza;

Gita in barca sull’Arno: a primavera, estate e inizio autunno è possibile ammirare la città da un’angolazione differente facendo dei veri e propri tour in barca, a bordo del caratteristico banchetto, una sorta di gondola in versione fiorentina. Navighiamo sulle acque calme dell’Arno per un giro romantico che ci porterà a passare sotto Ponte Vecchio e a costeggiare numerose location iconiche, a osservare i caratteristici Lungarni fiorentini e a scoprire tutta la bellezze dei palazzi signorili e delle dimore storiche;

Rafting: lo scivolo di San Niccolò è il punto ideale per provare l’adrenalina in piena città. Scendiamo lungo lo scivolo, ascoltiamo i racconti della nostra guida e osserviamo lo spettacolo di Ponte Vecchio. Passeremo nei pressi della Galleria degli Uffizi, del Ponte di Santa Trinita, della Biblioteca Nazionale.

Firenze e dintorni in 3 giorni: cosa vedere

Chi vuol trascorrere un fine settimana a Firenze sa di dover pianificare attentamente ogni attimo della giornata per evitare di perdere tempo prezioso e poter visitare quante più location possibili.

Nel corso di un weekend fiorentino o comunque di una visita di 3 giorni è possibile scoprire alcuni borghi suggestivi presenti nei dintorni della città:

San Gimignano: il borgo medievale è raggiungibile in un’ora d’auto ed è una delle location medievali più belle della Toscana. Incanta con le sue 13 torri (in origine erano ben 72) che caratterizzano in modo unico lo skyline del posto. Qui visitiamo il Duomo, la Cappella di Santa Fina, Piazza del Duomo, i Musei Civici, Piazza della Cisterna, il Museo della Tortura, la Chiesa di Sant’Agostino, la Rocca di Montestaffoli;

Colle Val d’Elsa: a breve distanza da San Gimignano ecco un altro borgo medievale, famoso per la sua produzione di cristalli. Qui visitiamo Piazza Arnolfo di Cambio, il Museo del Cristallo, la Chiesa di Sant’Agostino, il Duomo, il complesso museale di San Pietro, Porta Nuova;

Monteriggioni: restiamo sempre nella stessa zona per scoprire un piccolo borgo tra i più suggestivi della regione, forte di tradizioni secolari e dall’aspetto imponente, protagonista con numerose rievocazioni storiche e tappa della Via Francigena. Qui visitiamo il centro storico, il Museo delle Armi e delle Armature, l’Eremo di San Leonardo al Lago;

Volterra: il borgo collinare divenuto famoso anche per aver ospitato le riprese della saga di Twilight regala emozioni con Piazza dei Priori, con le imponenti mura etrusche, con Palazzo dei Priori, con il Duomo e il Battistero, con il Museo Etrusco Guarnacci, con l’Acropoli etrusca, con la Fortezza Medicea e Porta a Selci, con l’anfiteatro romano e l’area archeologica, con la Pinacoteca, con l’Ecomuseo dell’alabastro.

Eventi a Firenze e dintorni per il weekend e non solo

Firenze e i borghi circostanti consentono di scoprire storia, cultura ed enogastronomia attraverso alcuni eventi tradizionali, riproposti annualmente.

Scopriamo i migliori eventi a Firenze e dintorni:

  • 6 gennaio: Cavalcata dei Magi;
  • 17 febbraio: Ricordo di Anna Maria Luisa de’ Medici;
  • 25 marzo: Capodanno fiorentino;
  • Primavera: Festa del Grillo;
    Pasqua: Scoppio del carro: Pasqua;
  • Maggio: Maggio Musicale Fiorentino;
  • 10 maggio: Trofeo Marzocco;
  • 18 maggio: Palio del Baluardo;
  • 23 maggio: Fiorita;
  • Giugno: torneo del calci storico fiorentino;
  • Giugno: Palio dei Navicelli;
  • 10 agosto: Festa di San Lorenzo presso la Basilica di San Lorenzo;
  • 26 luglio: Festa di Sant’Anna;
  • 7 settembre: Festa della Rificolona;
  • 27 settembre: Bacco Artigiano;
  • 5-8 ottobre: Festa di Santa Reparata;
  • 30 novembre: Festa della Toscana;
  • 20 dicembre: Festa degli Omaggi;
  • 21 dicembre: Commemorazione di Ugo di Toscana a Badia Fiorentina.
Duomo Firenze Santa Maria Fiore
Tour Enogastronomico
San Gimignano
Monteriggioni
Altro dal magazine
Museo Illusioni Firenze

Museo delle Illusioni di Firenze

Scopri di più sul museo delle illusioni di Firenze: curiosità, sale espositive, orari e tutto quello che devi sapere per una visita al museo.